Tutti contro le Slot Machine online

Tutti le stavamo aspettando. Bene, sì, ma non si parla di slot machine online e del loro debutto che è stato fin troppo posticipato, ma delle polemiche e delle critiche sulle stime attorno a questo mercato e allo spazio concesso di gioco, che, negli ultimi giorni, stanno occupando spazi in televisione, ma soprattutto pagine di giornali. Nonostante le slot machine online, regolate nel nostro paese da AAMS, hanno debuttato da pochissimo tempo, sono già al centro delle critiche e delle polemiche.

Contro le slot machine online.

Il fatto è che il lancio delle slot machine online in Italia è gia stato posticipato di circa un anno per diversi motivi, quindi non si riesce a capire davvero, quale sia il reale problema, visto che non si tratta di un lancio inaspettato. Molti politici italiani, associazioni onlus e vari esperti sostengono che le slot machine online e il gioco sono dannose per coloro che vi partecipano, ma non proprio tutti sono d'accordo con questo tipo di pensiero.

Questa polemica nasce, non solo per l'introduzione delle slot machine online, ma specialmente per le cifre del mercato che già si hanno, e si avranno in futuro, grazie alla disponibilità di diversi giochi di casinò disponibili su smartphone, pc e tablet di ultima generazione. Il gaming in rete, online, non ha ancora ufficialmente debuttato, ma è già un pò di tempo che i giocatori accedono a questi giochi e a questi tipi di servizi attraverso nuovi dispositivi portatili. Il gioco online, vuoi o non vuoi, assicura maggiore tutela della privacy e dei minori rispetto al gioco giocato dal vivo e c'è un maggiore controllo dei propri soldi attraverso i massimali di prelievo e deposito impostabili prima. In tutti i casinò online italiani è pubbliciazzato quasi alla nausea il gioco responsabile, poichè dietro ci sta una normativa, una tra le più all'avanguardia di tutto il mercato.

Ci sono, e ci saranno per sempre, controlli sugli accessi via mobile, ma questo non concerne solo il gaming online, ma anche tutte le varie applicazioni telematiche; tutte le persone, giocani in particolari, devono essere tutelati, non vietandoli di giocare, ma facendogli capire la vera importanza del denaro, insegnadno loro la responsabilità del gioco. Poi, un'altro punto a favore di questo settore è la disponibiltà di lavoro che sta offrendo per molti ragazzi di giovane età, in momenti di crisi del paese, e non solo, come questi che stiamo attraversando: infatti, le posizioni aperte sono quelle di croupier per i casinò live, web designer, manager piuttosto che call center per dare assistenza alla clientela; posizioni comunque ben retribuite, che permettono ai giovani di crescere, senza lasciarli in una posizione di stallo disoccupazionale.

Si può quindi affermare che il gioco online, in Italia, sta rappresentando davvero un'ottima risorsa per tutti, soprattutto per il gettito fiscale, tanto che, grazie agli introiti di questo mercato, si possono abolire anche tasse italiane come ad esempio l'imu, che nel mese di Dicembre, ha tagliato le gambe alla maggior parte della popolazione. Quindi, non serve modificare questo settore, bensì divlugare una cultura responsabile e sana del gioco online e credere nei più giocani, che sono l'ossatura del paese, perchè come ci insegna la storia, diversi giovani, sono stati in grado di cambiare il mondo: se si pensa ad una ragazzino di soli 13 anni, che nel 1968, ha fondato la sua e la prima società di Personal Computer. Quel ragazzino corrisponde al nome di Bill Gates.